Comitato per Sturla: dieci anni di lavoro in difesa della zona

Dieci anni di battaglie, di scontri, di petizioni e, in fin dei conti, di successi. È così che il Comitato per la difesa di Sturla in questi giorni festeggia il decennale della sua fondazione avvenuta il 28 settembre 1995 nei locali di via del Tritone 10/1 su iniziativa del compianto avvocato Paolo Cavagnaro. Inizialmente lo scopo del Comitato era migliorare la vivibilità del quartiere e vigilare sull’integrità dei borghi marinari di Sturla e Vernazzola, impedendone la dequalificazione.
Oggi il Comitato conta 250 soci e può definirsi a pieno titolo una forza attiva sul territorio. Tra i maggiori successi ottenuti negli anni il Comitato ricorda la pedonalizzazione di parte dell’area di via del Tritone, attrezzata con panchine; il rifacimento dell’acciopttolato di vico del Pesce, via del Dragone, parte di via Vernazzola; il recupero dell’area dell’ewx Oratorio dei SS. Nazario e Celso; il riordino e l’insediamento di panchine suilla terrazza belvedere soprastante la piscina della Sportiva Sturla; il riammodernamento dell’impianto di illuminazione dei borghi Sturla e Vernazzola; la richiesta nel 2003 del finanziamento alla Regione per la protezione dell’abitato di Vernazzola; la raccolta di 2.000 firme contro corsie preferenziali in via V Maggio, via dei Mille e via Caprera; due manifestazioni (in data 29 giugno 2001 e 14 maggio 2004 contro il degrado della zona.
E anche nel 2005 sono state portate avanti diverse iniziative come la richiesta di risanamento della rete fognaria.