Commedia rosa con defunto

Anche le «Iene» smettono di essere «single» e si trovano l’anima gemella. I «gossipari» si sono, dunque, lanciati su Luca Bizzarri irriducibile single (mentre il compagno Kessisoglu è lo sposatissimo del gruppo) perché lo hanno visto prima a Roma e poi al Carlo Felice di Genova, assieme ad una bella moretta, sorridente, felice in un intenso abbraccio. Dunque ecco: Luca non è più single. Proprio in questi giorni è stato anche ospite (telefonico) del programma «Peccati» che parlava appunto di «vita da single». E l’attore si è aperto raccontando questo nuovo amore.
Luca, allora è vero che ha abbandonato il ruolo di single?
«Verissimo, sono fidanzato da tre settimane».
Cosa è successo?
«È successo che l’amore è arrivato anche ad una iena. E allora sono capitolato».
Meglio vita da single o da accompagnato?
«Da single non stavo male, avevo le mie evasioni, ero autonomo, indipendente, ottimista, carismatico».
Addirittura! E adesso?
«Adesso sono solo innamorato!».
È vero che è stato il suo compare Paolo a spingerla verso... l’amore?
«No, no... anche se lui la singlitudine non l’ha mai voluta conoscere: è sposatissimo da sempre».
Si chiama Paola ?
«Paola, sì».
E, più costosa la vita da single o da innamorato?
«Spendo molto più adesso, ma è un altro modo di vivere».
Dunque anche i «single» celebri cedono, uno ad uno. E tutti si chiedono se davvero questa «vita da single» sia una scelta o una necessità. Genova, dato inaspettato, sembra sia la quinta città italiana (dopo Milano, Torino, Roma e Napoli) ad avere in rapporto alla popolazione, il maggior numero di single. Tantoché ormai il «single» è divenuto un vero business: si pensa a lui, si organizzano crociere per lui, si confezionano pacchetti turistici solo per lui, il marketing lo prende come punto di riferimento. «L’unico problema per un single - dice Maria Teresa Cassioli, esperta di questi problemi - è la vita molto costosa: deve pagare più tasse, pagare solo lui spese generali della casa, oltre l’affitto, il tenersi in forma... D’altra parte è questo il prezzo della libertà».