Commedie d’amore satira e ironia: primattori sul palco

Da Gassman a Barbareschi, passando per l’inedita coppia Rupert Everett e Asia Argento

«Un prezioso regalo a Milano, che si rinnova nel trentesimo anno della gestione Berlusconi», così Walda Foscale, da anni al fianco di Raffaele Zenoni nella direzione artistica del Teatro Manzoni, definisce, orgogliosa, il cartellone della stagione 2008-2009. «Un trentennio soddisfacente - racconta la direttrice - anche per il nostro maggior azionista che non mancherà di esprimere la sua gratificazione attraverso una lettera pubblicata sulla brochure della stagione».
Coerentemente con la filosofia che ha sempre contraddistinto i cartelloni del Manzoni, anche per la prossima stagione la professionalità degli artisti e la varietà dei generi in cartellone andranno a soddisfare i gusti della platea.
«Le nostre scelte si sono orientate, come sempre, verso spettacoli di livello, prendendo le distanze dai volti che la gente è solita vedere sul piccolo schermo». A conferma di ciò, sarà lo spettacolo «Adorabili amici» ad inaugurare un cartellone dove la commedia brillante lascerà il posto alla prosa, al lavoro classico e, perché no, anche alla commedia musicale. «Reduce da un grande successo parigino, il testo dell’autrice Carole Greep, è messo in scena da Patrick Rossi Gastaldi e interpretato dalle due coppie Laura Lattuada - Ettore Bassi e Alessandra Raichi - Massimiliano Vado, raccontando conseguenze veramente esilaranti, ma che lasciano spazio alla riflessione, di un telefonino chiuso male e di una registrazione indiscreta». Molto abile è Alessandro Gassman, attore e regista de «La parola ai giurati», in programma dal 4 novembre, ad accentuare la coralità di un testo impegnato dal punto di vista civile, di Reginald Rose, accompagnando una compagnia di bravissimi attori.
A dicembre, sarà la volta della commedia musicale diretta ed interpretata da Gianluca Guidi, affiancato sulla scena da Lorenza Mario, «Facciamo l’amore», un lavoro piacevole e simpatico che negli anni Sessanta potè godere dell’interpretazione di Marylin Monroe e Yves Montand.
«A misura di Maria Amelia Monti è stato confezionato «Michelina», commedia con musiche che saluterà il nuovo anno, scritta da Edoardo Erba e interpretata anche da Giampiero Ingrassia e Franco Castellano. Sarà Alessandro Benvenuti a dirigere gli attori di una storia ambientata negli anni Quaranta quando nella Lomellina una mondina, per caso, diventa soubrette».
Qualche critico l’ha definita un’edizione ancora meglio dell’originale e la signora Foscale non se l’è lasciato scappare; dal 3 febbraio sarà Carlo Giuffré a dirigere l’allestimento del classico «Il sindaco del Rione Sanità» di Eduardo De Filippo. Nonostante gli impegni politici, Luca Barbareschi torna al Manzoni, al fianco di Chiara Noschese, ne «Il caso di Alessandro e Maria». Continui litigi ed equivoci mettono alla berlina il rapporto di due coppie spregiudicate che si ritrovano durante la luna di miele; questo è il succo di «Vite private» che Philip Prowse mette in scena il 31 marzo, dirigendo una coppia di interpreti che incuriosirà, Rupert Everett ed Asia Argento. A chiudere saranno Corrado Tedeschi e Debora Caprioglio, protagonisti del caustico «L’anatra all’arancia».
Info abbonamenti fino al 26 ottobre allo 02 763 6901