Il commento Il 2015 non sia solo bucolico

Salubrità dell'aria, polmoni verdi nella città e nel suo intorno, sostenibilità anche ecologica della produzione e delle residenze sono questioni rilevanti per Milano, il suo sviluppo, il suo avvenire.
Chi non coglie queste urgenze, non è veramente figlio dei tempi. Non comprende come la prossima fase dell'economia e della società, e quindi di un'area d'avanguardia come quella milanese, chiede di fare i conti con tematiche che nel periodo più impetuoso dello sviluppo industriale vennero largamente trascurate.
Però riflettere sulla qualità anche ambientale della crescita di Milano significa affrontare la complessità del problema, non affidarsi a soluzioni semplicistiche come talvolta propone questo o quel suggeritore. Si deve ammirazione per personalità come Claudio Abbado e Renzo Piano che vogliono molti più alberi sotto la Madonnina e che per questo obiettivo assumono iniziative clamorose. Ma l'identità di luoghi costruiti dalla storia, come è il caso della piazza del Duomo, non può essere affidata a impulsi romantici e improvvisazioni. (...)