Commerciante d’oro ucciso a colpi di pistola dentro il suo negozio

Lo hanno ucciso con una pistola calibro 38 nel negozio di famiglia dove comprava e vendeva oro usato, in viale XXIII Marzo a Udine. L’omicidio di Giacomo Patti, 35 anni, celibe, è stato scoperto quando alcuni clienti sono entrati nel negozio alle 18 e 10 di ieri pomeriggio, trovandolo deserto. I clienti si sono allora rivolti ad un negoziante vicino, che li ha accompagnati all’interno. Qui hanno trovato il corpo di Giacomo Patti dietro il bancone, riverso in una pozza di sangue. Sul luogo del delitto sono subito accorsi gli uomini della squadra Mobile, la polizia scientifica e il medico legale. Secondo un primo esame del corpo l’uomo potrebbe essere stato aggredito intorno alle 17 e 30, colpito al volto con un pugno e poi ucciso a colpi di pistola. Una contrattazione finita male o una rapina potrebbero essere il movente dell’omicidio, anche se dai primi rilievi pare che nel negozio non sia stato rubato nulla. L’arma del delitto non è stata trovata e nella vita del commerciante non sembrano esserci ombre.