Commerciante muore in agguato

È ancora avvolto nel mistero il delitto di Gianluca Congiusta, 32 anni, il commerciante ucciso martedì sera alla periferia di Siderno. Per l’omicidio è stato utilizzato un fucile calibro 12 caricato a pallettoni e non una pistola come si era appreso inizialmente dagli investigatori. Nell’agguato sono stati sparati da distanza ravvicinata almeno due colpi, che hanno raggiunto Congiusta alla testa ed al collo. Il commerciante era noto e stimato in tutto il comprensorio della Locride per le iniziative sociali a cui lo stesso dava il suo contributo. Congiusta, che gestiva alcuni negozi di telefonia, è stato ucciso mentre, a bordo della sua Bmw, rientrava a casa a poca distanza dall’abitazione della madre. Al momento dell’agguato nella zona, a causa dell’ora tarda, non c’era nessuno e l’assenza di testimoni rende particolarmente difficile anche ricostruire la dinamica dell’accaduto.