Como, frana il lungolago e il sindaco chiede soldi anche a George Clooney

La frana sulla statale Regina ha causato diversi danni nel paese in cui c'è la villa dell'attore. Così il sindaco chiede una mano a "tutti gli amici del Lario"

Como - La statale Regina, che costeggia a ovest il lago di Como, è franata il 7 luglio. In sette punti il costone roccioso che sovrasta la strada tra Laglio e Brienno si è staccata, bloccandone l'accesso. L'arteria è stata riaperta qualche giorno dopo, ma i danni sono stati ingenti. Così Roberto Pozzi, il sindaco di Laglio, ha deciso di rivolgersi al più noto dei suoi concittadini: George Clooney. 

L'appello a Clooney In una lettera a consegnata a Villa Oleandra, la casa che l’attore americano, ora assente, ha a nel paesino, Pozzi chiede un aiuto per riparare i danni subiti non solo nella cittadina ma anche a Brienno, spiegando che "molte persone hanno dovuto abbandonare le loro case. Le saremmo grati per quel che lei, e tanti altri sul suo esempio potrà fare per questa comunità così colpita". L'invito a contribuire alla ricostruzione non è rivolto solo all'attore statunitense, ma a tutti "gli amici del Lario, quelle persone che ci vogliono bene e hanno scelto i nostri paesi come punto di riferimento per ritemprare mente e corpo".

"Siamo rimasti soli" Il sindaco accusa tra le righe di non aver avuto aiuti dallo Stato: "Ho la netta percezione che dobbiamo fare da soli e Laglio ha affrontato la sua emergenza mettendo a disposizione le risorse disponibili, ma il danno grosso è quello che ha colpito Brienno dove è di tutta evidenza che ci vorrà molto tempo per tornare a una situazione di parziale normalità. Non possiamo lasciarli soli e dobbiamo fare qualcosa".