Con comodo, ministro

D a tempo Dounia Ettaib combatte la sua battaglia contro l’oppressione delle donne musulmane. Il suo impegno è noto a tutti. Giovedì era davanti al tribunale di Brescia a manifestare per Hina Saleem, vittima del fanatismo religioso. Venerdì Dounia è stata aggredita a Milano vicino ad una moschea, si presume da due «buoni» musulmani. Sono passati tre giorni e ora il ministro alle Pari opportunità Barbara Pollastrini la vuole incontrare. Prego ministro, non c’è fretta.