Comoli-Ferrari verso una crescita di fatturato del 5%

Comoli-Ferrari, società ai vertici italiani della distribuzione di materiale elettrico, articoli per automazione, conduttori, sicurezza e illuminazione, punta sui settori hi-tech e vince: tra il 2009 e il 2010 il fatturato è passato da 255 a 304 milioni (+19,5%), un terzo dei quali maturato negli ambiti domotica, fotovoltaico, sicurezza, automazione, eccetera. «Ogni anno il mercato tradizionale cala del 5% circa - dice l'ad Giampaolo Ferrari. - Ma quelli emergenti crescono, e a un ritmo ancora più veloce. Le opportunità, dunque, ci sono: si tratta solo di saperle cogliere».
Nell'ottica di diffondere tra gli operatori conoscenze e competenze nuove e richieste, e dunque di vivacizzare l'intera filiera dell'energia, Comoli-Ferrari inaugura nei prossimi giorni il suo ThreE-Lab (Eco-Energy-Electric Laboratory), polo tecnologico realizzato accanto alla casa madre di Novara, in cui i clienti troveranno concretamente applicate le ultimissime novità dei settori d'avanguardia, e potranno partecipare a incontri a tema e a corsi di formazione (Comoli-Ferrari ne organizza per un totale di 1 milione di ore l'anno). Il ThreE-Lab è stato creato nell'ambito del nuovo sito logistico da 20 milioni per il quale l'azienda ha già acquistato un terreno di 200.000 mq adiacente alla sede centrale.
Sempre in quest'ottica è da ascrivere un'attenzione particolare della Comoli-Ferrari a E.Tech Experience, la fiera biennale internazionale dell'energia, dell'impiantistica elettrica e dell'illuminazione che si terrà dal 16 al 19 novembre presso gli spazi espositivi di Rho (MI). La manifestazione vede tra gli enti organizzatori anche la FME, Federazione Nazionale Grossisti Distributori di Materiale Elettrico, di cui l'ad Comoli-Ferrari è presidente. «E.Tech sarà l'occasione per rilanciare il ruolo del grossista quale elemento fondamentale per vivificare il mercato - spiega Giampaolo Ferrari -, capace di fare cultura tra gli impiantisti e di renderli interlocutori propositivi, in grado di incentivare la domanda e gli acquisti».
La fiera E.Tech sarà l'occasione per rilanciare la richiesta per gli incentivi governativi per la rottamazione degli impianti obsoleti e l'adeguamento di quelli non a norma, prima causa degli incidenti domestici in Italia, e per la loro certificazione: un provvedimento dalla chiara valenza sociale, da tempo invocato dalla FME, che avvierebbe un business per un milione circa di operatori, darebbe nuovo slancio al PIL nazionale e risolverebbe alla radice, in questo ambito, il problema dell'elusione fiscale.
Grazie al positivo andamento nei nuovi comparti di business ad alto valore aggiunto - domotica, fotovoltaico, sicurezza, automazione, ma anche illuminazione, navale, quadri elettrici, cavi, climatizzazione - Comoli-Ferrari sta ben superando la stagnazione connessa al momento difficile del mercato delle costruzioni, e si avvia a chiudere l'anno con un ulteriore aumento di fatturato, pari al +5%.