«Compagnia inefficiente»

L'Alitalia (più 0,4% in Borsa) non è stata penalizzata dalla liberalizzazione del settore, ma secondo il presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà, «sconta il prezzo della propria inefficienza». Il numero uno dell’Autorità per la concorrenza, che ha parlato alla presentazione di un libro, ha detto che la compagnia di bandiera sconta anche «il retaggio del monopolio che si porta dietro e del privilegio che hanno molti lavoratori. Competere - ha aggiunto - vuol dire sacrificarsi». Sempre ieri il direttore finanziario di Lufthansa, Stephan Gemkow, ha ribadito, durante un incontro con gli investitori, che la compagnia tedesca non intende partecipare alla gara per il controllo della compagnia italiana. Di Fiumicino e Alitalia ha parlato anche il sindaco di Roma Veltroni: «Quando Alitalia sarà uscita da questa fase - ha detto - è necessario che abbia a Fiumicino un molo dedicato, così come è necessario che a Fiumicino ci sia un molo dedicato al low cost: su quei voli non c'è un turismo minore».