«Compagno Pisapia, così spolpi i poveri»

Il Pdl annuncia una contro-manovra e ostruzionismo. La Lega è pronta a dare «battaglia in aula e nelle piazze». Da lunedì, anticipa il consigliere lumbard Alessandro Morelli «saremo nei mercati a spiegare alla gente che le nuove tasse e l’aumento dei mezzi sono merito della banda Tabacci-Pisapia». Ma persino la Federazione della sinistra che ha vinto le comunali (ma è rimasta senza poltrone) promette: «Faremo le barricate in aula, così si spolpano i poveri, sempre loro». La giunta ha votato ieri l’introduzione dell’addizionale Irpef allo 0,2%, colpirà i redditi superiori ai 26mila euro lordi, quindi 332mila milanesi (450mila gli esenti) per una spesa media di 130 euro all’anno. Per quei 121mila che hanno un reddito compreso tra i 26mila e i 33.500 euro l’importo sarà di 56,9. La prossima settimana arriverà la stangata sul biglietto Atm, da un euro a 1,5 a partire da settembre, il 50% in più. E la promessa dei mezzi gratis a tutti gli over 65 dopo la campagna elettorale è scemata ai residenti con più di 70 anni e reddito Isee sotto i 16mila euro (in pratica la metà). «Ma si rendono conto che l’addizionale a 26mila (...)