Compie 80 anni la signora in giallo Angela Lansbury

da Milano

L’ultimo successo l’ha raccolto nel giugno scorso, quando la sua Signora in giallo, piazzata in prima serata su Raiuno, ha battuto il film trasmesso su Canale 5. Una dimostrazione, per molti anche inspiegabile, di longevità del successo televisivo di Angela Lansbury, l’interprete della Signora in giallo, che il 16 ottobre prossimo compirà 80 anni. Un’attrice che ha legato il suo volto a un personaggio a dispetto di una carriera lunghissima e costellata di successi. Londinese, prima figlia di un’attrice e nipote di un uomo politico laburista abbastanza noto in Inghilterra, la Lansbury ha iniziato a studiare recitazione da giovane. Trasferitasi negli Stati Uniti all’inizio della Seconda guerra mondiale, viene scelta dalla Mgm come volto di possibile successo. Scelta felice visto che nel 1944 la diciannovenne Angela ottiene una nomination all’Oscar per Angoscia di George Cukor.
Due anni dopo ancora una candidatura alla statuetta come non protagonista, per Il ritratto di Dorian Gray diretto da Albert Lewin in cui interpreta la parte di Sibyl Vane e in cui recita anche la madre, Moyna MacGill. Da quel momento la Lansbury inizia una lunga carriera di non protagonista. Viene scelta per ruoli di mamma o di confidente, raramente ottiene le parti da protagonista. Tra i film da lei interpretati, Sansone e Dalila, L’ultimo agguato, La maschera di porpora, La lunga estate calda, Una donna senza volto, Pomi d’ottone e manici di scopa, Il mistero della signora scomparsa. Nel 1963 ebbe una terza nomination all’Oscar per il suo ruolo in Va e uccidi. Seguendo le avventure della rassicurante Signora in giallo si stenta a credere che la Lansbury abbia avuto una vita sentimentale turbolenta, almeno da giovane: il primo marito, Richard Cromwell, sposato nel 1945 in California, era gay. Anche con il figlio Anthony ha avuto problemi: negli anni Sessanta divenne un seguace della setta di Charles Manson e, dopo l’omicidio di Sharon Tate, la Lansbury portò il giovane fuori dagli Usa.
L’inizio dell'avventura televisiva risale al 1984: La signora in giallo (in originale Murder, she wrote), debuttò il 30 settembre sulla Cbs con un episodio pilota di due ore. Da allora è diventato un appuntamento fisso per milioni di americani. Trasmessa in tutto il mondo, la serie, 264 episodi complessivi in dodici anni di successo, è sempre stata garanzia di successo, Italia compresa.