Compleanno in casa per il Cavaliere

da Milano

Niente Costa Smeralda e fuochi d’artificio. Silvio Berlusconi festeggerà i suoi 70 anni «in famiglia» e ribadisce che, pur non amando la politica, è costretto a restare per «senso di responsabilità» nei confronti degli italiani che lo hanno votato. «Il 29 settembre festeggerò il compleanno a casa mia, a Milano - ha detto il leader della Cdl uscendo dalla Camera - in famiglia, con mia madre, mia moglie e i miei figli». «Niente Marrakech...», ha quindi aggiunto, sorridendo, riferendosi alla sorpresa fatta qualche tempo fa per il compleanno della moglie. Sui regali che si attende dai familiari l’ex premier non si sbottona e risponde ai cronisti con una battuta: «I regali in famiglia li faccio io...». Quanto alla politica, il Cavaliere ha sottolineato di aver fatto tutto quello che si doveva fare, «con senso di responsabilità, come dimostrano i miei cinque anni di governo e il voto di oggi sul Libano». «Fra qualche giorno compirò 70 anni - ha aggiunto - ma mi sento come se ne avessi 35». «Non mi è mai piaciuta la politica - ha concluso - ma lo faccio per senso di responsabilità, anche nei confronti di quella metà del Paese che mi ha votato».