«Completo»: al Vivaro prove generali per Pechino

L’appuntamento, fissato dal 13 al 16 settembre, è ormai alle porte. La location è allestita, i cavalieri stanno arrivando, la cornice del Campionato europeo seniores di «completo» è pronta. Si gareggerà al Centro equestre dei Pratoni del Vivaro, presenti atleti provenienti da 14 nazioni. Fra questi la campionessa in carica Zara Phillips e squadre agguerrite come la Gran Bretagna, già oro agli Europei del 2005, la Germania, la Svezia e l’Irlanda. Fondamentale: i Campionati, oltre ad assegnare i nuovi titoli continentali, sono riconosciuti anche come gare di qualificazione per l’Olimpiade 2008 e rappresentano dunque un trampolino di lancio per i Giochi. La manifestazione, illustrata a Palazzo Valentini dal presidente federale Cesare Croce, avrà il supporto della Provincia (rappresentata dall’assessore Adriano Panatta) e del Comune di Rocca di Papa (e in questo caso era presente il sindaco Pasquale Boccia). «Abbiamo combattuto fermamente per avere in Italia questo Campionato Europeo - ha detto il deus ex machina della Fise - e averlo ottenuto, soprattutto considerando che si tratta di un campionato valido per le qualificazioni olimpiche è un riconoscimento importante al lavoro svolto in questi anni. Quest’anno, inoltre, ci presentiamo non solo come organizzatori, ma anche come proprietari del Centro equestre di cui siamo particolarmente orgogliosi». Non solo perché si tratta di uno degli impianti più belli al mondo - ha poi aggiunto -, considerato uno dei tracciati più interessanti a livello internazionale per la natura vulcanica del suo suolo che è in grado di garantire gesta atletiche e spettacolari senza eguali. Ma anche perché pensiamo che eventi come i campionati europei rappresentino un motore economico e un valore aggiunto per il territorio al quale saranno in grado di portare plusvalenze economiche». Il Centro Equestre dei Pratoni del Vivaro, creato nel 1960 in occasione delle Olimpiadi di Roma, ha già accolto gli Europei di «completo» open nel 1995. Inoltre ha ospitato i Weg del ’98, 5 Europei di concorso «completo» juniores e young rider, due Coppe alpine, due Europei pony, un Campionato del mondo di «attacchi singolo», di Endurance junior e young rider, un Europeo di Endurance e uno di Dressage junior e young rider. Fra le novità dell’edizione che sta per andare in scena va sottolineata quella legata al nuovo disegnatore del percorso, Giuseppe Della Chiesa, al suo debutto come disegnatore del percorso di gare ai Pratoni del Vivaro: «Disegnare su questo terreno è sicuramente un privilegio - ha detto rendendo omaggio ad Albino Garbari, disegnatore storico dei Pratoni che ha creato tutti i percorsi precedenti e che ora è in pensione - perché offre possibilità e ispirazioni uniche».