«Comprensione per il video con i figli della kamikaze»

Roma. Dal governo palestinese non condanna, ma di comprensione per l'intervista ai due figli di una kamikaze mandata in onda dalla tv di Hamas. Nel video i due bimbi, di 4 e 6 anni, vengono interrogati sul «martirio» della madre, recitano una sura del Corano e parti di un'ode dedicata alla loro madre e al suo «sacrificio» che ha causato la morte di cinque ebrei. «Il mondo deve capire che l'occupazione di Israele esercita un’oppressione sul popolo palestinese» ha detto il ministro palestinese per l'Informazione, Mustafa Barghouti, in un'intervista a RaiNews24. Il giornale del Vaticano, L’Osservatore Romano condanna invece l'utilizzo dei figli di una terrorista suicida per una sorta di spot a favore di Hamas: «un episodio inquietante» che viene a «turbare la coscienza comune».