Computer e Internet? Utilissimi, ma non sono «totem»

Caro dottor Granzotto, prosegue la sua campagna diffamatoria contro Internet e in genere contro la «cultura del computer» (mi riferisco alla risposta data a Mauro Luglio, «Is Google making us stupid?»). Chi glielo fa fare? Il mondo va avanti in fretta e oggi non c’è attività che non sia debitrice al computer. Non se ne può fare a meno. Sotto il profilo della cultura mi dica lei che differenza passa fra leggere sulla carta e leggere sullo schermo del Pc. E poi nessuna biblioteca potrà mai contenere la massa di testi e di informazione che con un clic troviamo su Internet. Non faccia battaglie di retroguardia, caro dottor Granzotto, e si converta ai sistemi di comunicazione e di apprendimento del nuovo secolo e il Novecento se lo dimentichi, se lo lasci alle spalle.