Comunali alle urne: «batosta» alla Cgil

Successo degli autonomi. Tra lunedì e giovedì 9.601 dipendenti comunali su 15.800, circa il sessanta per cento del totale, si è recato alle urne per scegliere i propri rappresentanti sindacali. Erano 117 i seggi da «spartire». Hanno votato 2.867 comunali per la Cgil, che ha così conquistato 36 seggi, sei in meno rispetto alle ultime elezioni tre anni fa. La Cisl, con 19 seggi, rimane a quota 19 seggi, la Uil invece (639 seggi) guadagna 8 seggi e ne perde sei rispetto al 2004. Tre in più invece per il Csa «capeggiato» da Roberto Miglio, che ottiene 1.240 voti e sedici seggi. Il sindacato di base di Antonio Barbato ne guadagna 17 ma sono tre in meno rispetto a prima. Per il sindacato dei vigili Sulpm 535 voti e sette seggi, tre in più. «Il sindacalismo radicale - commenta Miglio - è stato penalizzato dalla vittoria degli autonomi».