Comunali di Bologna in lizza anche il partito dei disabili

I diversamente abili si presenteranno alle amministrative di Bologna con una lista autonoma. Lo ha deciso il Movimento europeo diversamente abili (Meda) che si è riunito a Bologna nei giorni scorsi e rappresenta 900mila aderenti. La discussione sul tema «Come affrontare la prossima campagna elettorale amministrativa ed europea: presentazione di una lista autonoma o di più larghe intese» si è conclusa con la decisione che, per quanto il movimento non abbia fini politici, può difendere gli interessi dei propri iscritti solo attraverso propri candidati. Il segretario provinciale Alessandro Cosi ha infatti spiegato: «È intenzione del Meda presentarsi autonomamente alle prossime elezioni amministrative forte del suo elevato numero di aderenti e delle simpatie di cui gode nella certezza che solo propri rappresentanti al consiglio comunale e provinciale saranno in grado di risolvere i problemi che mortificano i diversamente abili».