Comunali in sciopero: asili e servizi a rischio

Sciopero generale dei dipendenti comunali martedì prossimo. Quasi 18mila educatori, vigili urbani, impiegati e funzionari incroceranno le braccia per protestare contro la previsione di bilancio 2007. Lo ha annunciato il sindacato Sdl. Ecco i punti critici del documento: il rischio di una progressiva riduzione del personale, la diminuzione delle spese per i dipendenti e i mancati investimenti per nuove assunzioni e per i precari, la previsione di solo 500mila euro (26 a testa) per incrementare il fondo economico per tutti i lavoratori. Ancora: le «gravissime condizioni di lavoro» e le conseguenze della recente riorganizzazione in tutto il comune, la «mancata risoluzione di numerose vertenze» e infine la «mancata sospensione» di privatizzazioni ed esternalizzazioni. Dunque martedì scuole per l’infanzia, biblioteche e uffici potrebbero restare chiusi. La Polizia locale si asterrà invece dal lavoro per due ore: dalle 11.45 alle 13.45 durante il primo turno e dalle 13.15 alle 15.15 per il secondo turno. Infine, tutto il resto del personale sciopererà per le prime quattro ore di ciascun turno di lavoro.