Il Comune: «287 mila euro per i danni»

Diecimila euro da parte di ciascuno dei 27 imputati a processo per il danno di immagine cagionato al Comune: totale oltre 280mila euro. È una delle richieste di risarcimento avanzate dall’avvocato Paola Cozzi al giudice per l'udienza preliminare Giorgio Barbuto al processo per i disordini avvenuti in corso Buenos Aires. Il legale, che assiste il Comune costituitosi parte civile ha chiesto inoltre un risarcimento di 17.500 euro per i danni materiali cagionati quel giorno al demanio stradale, per l'intervento straordinario l’Amsa e per l’interruzione del servizio di trasporto pubblico. Il totale dei risarcimento danni chiesto dal Comune è dunque di 287.500 euro, più 1.000 euro di spese legali. Richiesta di danni anche dai ministeri degli Interni e della Difesa per 10mila euro a testa. Invece i danni patrimoniali che verranno richiesti consistono per lo più nell’emolumento a vuoto per il personale delle forze dell’ordine rimasto ferito nel corso degli scontri.