Il Comune abbassa le luci per risparmiare

Il Comune di Genova «abbassa» le luci per risparmiare energia. Dieci quadri elettrici di alimentazione degli impianti di illuminazione pubblica saranno dotati di un dispositivo elettronico, detto regolatore di flusso, che consentirà di diminuire la tensione nelle ore notturne, dall'una alle cinque di mattina. L'intervento costerà 113 mila euro, finanzati per il 50% da fondi europei e per il 50% da Aster, e riguarderà le vie Sampierdarena, Buranello, Cantore, Cornigliano, Bianchi, Novella e Merano, piazza G.B. Ferrari, la Fascia di rispetto di Prà e lo svincolo dell'uscita autostradale di Genova Est. «Le zone sono state scelte in base alla compatibilità degli impianti con l'installazione dei regolatori e attraverso studi sul flusso veicolare e pedonale e le relative misure di sicurezza», ha spiegato l'assessore alla manutenzione Valter Seggi.

Annunci

Altri articoli