Comune, approvato il bilancio: le linee B1 e B2 sono salve

Dopo una maratona di 12 ore il consiglio comunale ha approvato il bilancio previsionale 2009, il primo della giunta Alemanno. La manovra, 34 voti a favore, 19 contrari e nessun astenuto, ammonta a 5 miliardi e 715 milioni di euro, di cui 3 miliardi e 515 milioni sulla spesa corrente e 2 miliardi e 200 milioni per gli investimenti. Quanto a viabilità e trasporti gli investimenti passano da 602 a 789 milioni di euro, con uno stanziamento di fondi per la realizzazione delle linee metropolitane B1 e B2. Circa 15 i milioni destinati, invece, all’edilizia scolastica, 16 per la realizzazione delle complanari sulla Colombo e tre per la scuola di Cesano. Oltre 130 milioni di euro sono destinati alla manutenzione stradale e un fondo rotativo di 120 milioni di euro finanzierà un parco di progetti che va dal Ponte dei congressi alle complanari sulla via Cristoforo Colombo.
Previsto un sostegno per le imprese romane di 10 milioni di euro. Tre milioni di questi andranno a sostegno delle botteghe storiche della capitale. Per l’illuminazione dei quartieri periferici arriveranno 5 milioni di euro. Ai Municipi andranno 10 milioni in più complessivamente, raggiungendo 231 milioni di euro.
«È una giornata storica per il centro di Roma. Abbiamo impegnato 30 milioni di euro mai messi a disposizione prima per il centro storico» commenta il delegato del sindaco per il centro storico, Dino Gasperini. «Dal primo vero bilancio della nostra gestione, e grazie al sindaco Alemanno - prosegue - arrivano i lavori che valorizzeranno il cuore della capitale: piazza Augusto Imperatore, il Tridente, piazza Mastai, via delle Muratte e Fontana di Trevi, via Veneto, il Parco della Resistenza, la ri-progettazione di piazza San Silvestro con l’allontanamento dei capolinea. E poi la ripresa dei sondaggi all’Aventino, la messa in sicurezza con rotatoria di largo Fioritto a Caracalla, la riqualificazione ambientale del tratto trasversale Aventino-piazzale dell’Emporio-Porta Portese. Saranno valorizzate strade e marciapiedi a San Giovanni e all’Esquilino e completata la riqualificazione del Portico d’Ottavia. Da lunedì inizierà il lavoro di presentazione dei progetti al territorio e alle associazioni, con le quali abbiamo già costruito una cabina di regia che - conclude Gasperini - seguirà costantemente i lavori».
«Con l’approvazione del primo bilancio della Giunta Alemanno è partito il risanamento delle casse capitoline, dissestate da 15 anni di giunte Rutelli e Veltroni. Un bilancio basato sul risanamento, sull’innovazione, sulla tutela dell’ambiente, sulla sicurezza. Plaudiamo ai 5 milioni in più per l’illuminazione in periferia. E ai fondi aggiuntivi sulla manutenzione delle scuole con 8 milioni di euro», dichiarano Federico Mollicone ed Andrea de Priamo, consiglieri comunali Pdl presidenti delle commissioni cultura e ambiente. «Sull’ambiente rafforzato l’impegno sul decoro urbano con 1 milione di euro in più - continua la nota congiunta-. Interventi a tutela delle fasce deboli e non garantite con un aumento di 50 milioni euro per il Sociale, istituzionalizzazione delle manifestazioni storiche delle estate romana e un milione in più sulla cultura. Una nota speciale di soddisfazione per il finanziamento con 300.000 euro per le botteghe storiche. Erano 7 anni che non erano sostenute nel duro mercato degli affitti. La risposta più concreta che il sindaco Alemanno poteva dare al nostro appello di qualche giorno fa».
Infine per Federico Guidi (PdL) si tratta di «un pieno di benzina capace di far ripartire la macchina dell’economia romana». «Un bilancio, quello proposto dall’amministrazione Alemanno - aggiunge - significativo e attento alle esigenze della città, capace di rilanciare il tessuto economico e produttivo capitolino e prestare attenzione ai cittadini più deboli».