Il Comune batte cassa ai genovesi

Genovesi attenti, Equitalia torna all’attacco. Nei prossimi giorni, se nel periodo compreso tra il primo ottobre 2004 ed il 30 giugno 2005 avete preso una multa, la società di riscossione che lavora per il Comune di Genova provvederà a notificare le cartelle esattoriali contenti le sanzioni non pagate. Le cartelle esattoriali riporteranno le informazioni sul numero del ruolo, il codice di riferimento tributo, l’anno in cui è stata compiuta l’infrazione, gli importi maturati, i compensi di riscossione, il numero dei verbali, la data in cui è stata compiuta l’infrazione e la targa del veicolo.
Equitalia, però, mette già le mani avanti in caso si verificassero errori come in passato, spiegando che sarà facoltà del cittadino di presentare ricorso sulla stessa al Giudice di Pace competente per territorio, entro trenta giorni dalla notifica dell’atto.
Tutti coloro che verificassero degli errori nel ricevere le multe potranno rivolgersi allo sportello polifunzionale dell’ufficio Ruoli al piano sottosuolo del Matitone in via di Francia 1 tra le 8 e le 13 dal lunedì al venerdì. Presso lo sportello si potranno presentare domande di sgravio nel caso in cui i pagamenti effettuati entro i termini previsti per il pagamento in misura ridotta non fossero stati acquisiti dal sistema informatico; ci sia una errata registrazione dei dati; le cartelle emesse siano a carico di intestatari deceduti.
Intanto, da lunedì prossimo partirà il controllo con le telecamere sulle corsie gialle anche in via Barrili, via Invrea e via Cornigliano. Dal 15 settembre il Comune e Amt procederanno con il sanzionamento.