«Il Comune ci dia un’area in affitto»

«Noi, comunità rom sgomberata da via San Dionigi il 5 settembre scorso, chiediamo al Comune e al prefetto di Milano una soluzione al problema della casa che consenta alle nostre famiglie di tornare a vivere insieme. Dopo lo sgombero l’assessore alle Politiche sociali ha garantito il ricovero di donne e bambini presso il dormitorio comunale di via Ortles, mentre gli uomini sono stati aiutati dalla Casa della carità ma con soluzioni provvisorie. Da quel giorno siamo divisi». È l’appello diffuso dal gruppo dei rom di via San Dionigi e firmato dai consiglieri del campo Lucan Constantin Jon Sadaveanu, Milcea Càldàràreasa, Lucan Dumitru. «Chiediamo quindi - prosegue il comunicato - una soluzione che ci riunisca nuovamente prima dell’inverno: una o due aree in affitto, attrezzate con luce e acqua; anche due cascine abbandonate da sistemare: ci impegniamo a pagare l’affitto o a ristrutturarle con la creazione di una cooperativa di lavoro. Oppure, per chi ha i titoli, l’accesso alle case popolari».