Il Comune ci ripensa: tre giorni di parcheggi gratuiti

Alle brutte notizie, specie sotto Natale, gli automobilisti genovesi ci sono abituati. Questa volta però i tanti mugugni che hanno accompagnato le prime giornate di shopping natalizio non sono stati vani. Pressata anche ieri in Consiglio Comunale, la Giunta ha infatti deciso di venire almeno parzialmente incontro ai forzati dei pacchetti regalo. Il 20, il 24 e il 31 dicembre quindi la sosta nelle Isole Azzurre, ossia in quelle parti delle Blu Area destinate ai parcheggi a rotazione, sarà gratuita mentre oggi, domani e sabato 19 dicembre sarà attivo il «Park Natale Shop Bus»: i parcheggi al centro di viale Brigate Partigiane diventeranno in pratica un'area di interscambio e, al prezzo forfettario giornaliero di 3 euro a famiglia (o automobile), i genovesi potranno raggiungere piazza De Ferrari con un servizio Navetta che collegherà la zona a piazza De Ferrari ogni 30 minuti. Le iniziative sono state accolte favorevolmente da Confesercenti che tramite il Presidente Patrizia De Luise ha però sottolineato: «Certo avremmo preferito che le misure fossero state concordate e soprattutto programmate prima ma non possiamo non riconoscere la sensibilità dimostrata verso le evidenti criticità. È ovviamente importante che questo tipo di iniziative non restino episodi isolati».
Novità positive anche sul fronte Amt. Per favorire non solo lo shopping ma anche l'afflusso dei visitatori alla Fiera del Mare per Natalidea, in programma dal 16 al 22 dicembre, verrà intensificato il servizio di numerose linee nelle giornate di sabato 12, sabato 19, domenica 13 e domenica 20. Tra piazzale Kennedy e la stazione Principe sarà inoltre attiva la linea speciale KA mentre tre navette gratuite collegheranno la zona della Fiera al centro città, a via Isonzo per il levante e a Sampierdarena per il ponente.
Nelle prossime settimane infine verrà rivista la tariffazione dei parcheggi vicini ai mercati rionali per venire incontro alle esigenze di chi è costretto alla sosta a pagamento anche per recarsi a far spese di piccolo importo.