Il Comune dice no anche al biglietto unico per i fedeli

Semplificazione. La Regione ci ha provato. Ma il Comune - e l’Atm - hanno risposto picche. A puntare il dito - oppure ad allargare le braccia per lo sconforto - è lo stesso assessore alla Mobilità Raffaele Cattaneo del Pirellone «dispiaciuto» - come scrive in una nota diramata nel pomeriggio - dall’opposizione di Palazzo Marino ad un biglietto unico per i trasporti valido per il week end che vedrà Milano e la Lombardia teatro del Forum delle famiglie. Ci saranno circa un milione di persone che si muoveranno fra treni, bus, metropolitane e autobus in occasione della visita del Papa. Insomma un’occasione unica. Perché dunque non facilitare i viaggi dei pellegrini che si muoveranno fuori e dentro Milano? Perché non rendere la vita facile alle migliaia di famiglie che arrivano in città offrendo biglietti scontati, viaggi gratis ai ragazzi sotto i 14 anni? Domande alle quali non sa rispondere neanche l’assessore regionale alla mobilità rimasto sorpreso dall’opposizione del Comune. La Regione infatti, che ha istituito un biglietto al costo di cinque euro col quale viaggiare liberamente su tutta la rete delle Trenord, aveva invitato Atm e Comune di Milano a inserirsi nell’offerta che prevede anche viaggi gratis ai ragazzi e il pagamento di due biglietti per l’intera famiglia. Ma la risposta è stata negativa. Il Pirellone stupito, commenta, ma va avanti per la sua strada. Insomma le offerte per la famiglia restano valide, anche se solo sulle linee delle Trenord.
«L'emissione di un biglietto a tariffa speciale di 5 euro valido per tutto il week end sull'intera rete lombarda di Trenord in occasione dell'incontro a Milano con Papa Benedetto XVI è un iniziativa molto opportuna e positiva - spiega l’assessore alle Infrastrutture e alla Mobilita della Regione Raffaele Cattaneo -. La scelta di far viaggiare gratis i minori di 14 anni e tutto il nucleo familiare con soli 2 biglietti contribuisce a rendere l'evento davvero a misura di famiglia». Insomma nessuna marcia indietro, spiega Raffaele Cattaneo commentando le iniziative messe in campo in occasione del Forum mondiale delle famiglie. «Dispiace invece rilevare l'opposizione di ATM e Comune di Milano - sottolinea - i quali non hanno voluto accettare il biglietto unico su tutti i mezzi pubblici, compresi quelli urbani, come proposto da Regione Lombardia. Mi sembra una scelta discutibile se si pensa che affronteremo un fine settimana già molto difficile per la mobilità, nel quale sarà assolutamente necessario facilitare in ogni modo accesso ai mezzi di trasporto pubblico».