Il Comune dichiara guerra alle auto in doppia fila: ausiliari pronti a multare

Per scatenare la guerra a doppia fila e parcheggio selvaggio, il vicesindaco Riccardo De Corato (che da venerdì scorso ha anche la delega al traffico) potrà contare a breve su un esercito di 3.068 agenti - venti infatti verranno assunti entro fine mese - ma anche sui 160 ausiliari della sosta in carico al Comune. Una sentenza della Corte di cassazione dello scorso 27 ottobre ha infatti fatto finalmente chiarezza sulle competenze dei «vigilini»: finora venivano impiegati quasi esclusivamente per multare le chi posteggiava impropriamente sulle strisce blu, ma d’ora in avanti «potremo utilizzarli per sanzionare qualsiasi tipo di violazione - anticipa De Corato - e chiederemo loro di intervenire soprattutto contro chi parcheggia l’auto in doppia fila, ci sarà un giro di vite perché questo fenomeno, insieme alla sosta selvaggia, incide sui problemi del traffico». E contro questo «comportamento incivile», conferma il vicesindaco, saranno assunti a breve venti agenti che «porteranno l’organico del Corpo a 3.068 ghisa». Dai sindacati dei vigili nessun ostruzionismo: «D’accordo sul ritorno degli ausiliari sui divieti di sosta - concorda il portavoce del Coordinamento sindacale autonomo, Roberto Miglio - ma bisogna potenziarne il numero e siano gestiti dai comandi dei vigili».
Sulla politica anti traffico, il vicesindaco ha incontrato ieri pomeriggio il direttivo del Pdl: ha invitato i consiglieri di essere sentinelle sul territorio. A breve incontrerà i commercianti sulle nuove regole per il carico-scarico, venerdì invece la maggioranza per discutere dei piani per la mobilità. Ma già stamattina è fissato il faccia a faccia col presidente di Atm per un piano che elimini i jumbo tram dal centro.