Comune e Regione, tempo di manovre

LESSICO Modifica per i vigili urbani: l’armamento diventa «attrezzatura»

Il regalo di Natale del Campidoglio ai romani è una manovra di assestamento al bilancio 2008 che dovrebbe sfiorare i 700 milioni di euro, «equamente divisi tra spesa corrente e investimenti», come spiega il presidente della Commissione bilancio del Comune di Roma Federico Guidi. Il condizionale è d’obbligo perché il voto alla manovra dovrebbe essere arrivato la scorsa notte e quindi mentre leggete queste pagine il dado dovrebbe essere tratto. La cifra inizialmente prevista era di circa 667 milioni, ma ieri mattina è stato approvato un maxiemendamento che prevede un aumento della manovra reso possibile dal fondo di riserva e dagli oneri derivanti dalle linee di credito. Nel ritocco alla manovra vengono previsti 13 milioni per Risorse per Roma che avanza crediti pari a 16 milioni, 4 milioni per i servizi cimiteriali dell’Ama e due milioni per le aziende colpite dal maltempo. «Per la prima volta nella storia recente - ha aggiunto Guidi - si fa ricorso agli investimenti senza aumentare il debito».
Ieri la maratona, al terzo giorno di lavori in aula Giulio Cesare, è iniziata con gli ultimi interventi in deroga dei consiglieri dell’opposizione, poi è proseguita con una riunione di giunta per discutere il maxi-emendamento correttivo alla manovra e infine è andata avanti con la discussione degli emendamenti, che inizialmente erano 5-6mila ma poi sono stati accorpati in circa venti.
Tra le novità più importanti previste dal maxiemendamento della maggiorazna, la modifica lessicale che trasforma l’armamento dei vigili urbani in «attrezzatura». Si tratta di una modifica decisa dopo che, nei giorni scorsi, l’opposizione capitolina aveva denunciato il fatto che la delibera non fosse mai approdata in consiglio comunale. A parlarne è stato l’assessore comunale al bilancio, Ezio Castiglione che, dopo la seduta di giunta sul maxiemendamento all’assestamento di bilancio ha ricordato che «per l’attrezzatura sono già stati stanziati 800mila euro». Dal consiglio sono poi arrivate altri ritocchi importanti. Tra questi l’aumento di 210mila euro per il bonus casa, previsto da un emendamento presentato dal consigliere comunale del Pd Mario Mei.
E ieri via libera anche alla legge Finanziaria e al bilancio preventivo 2009 della Regione. Si tratta di una manovra triennale la cui entità è di circa 2,1 miliardi di euro e un bilancio da 23 miliardi di euro. È stato rinforzato in corso d’opera il pacchetto di interventi per contrastare la crisi economica e sociale che adesso vale 320 milioni di euro. Finanziamenti sono previsti per l’apertura di nuove scuole materne (9 milioni nel triennio 2009-2011) e per la gestione degli asili nido (45 milioni nel triennio 2009-2011), con particolare attenzione al tempo pieno. Inoltre, sono destinate più risorse alle famiglie: 7 milioni di euro per il 2009, per l’acquisto di libri agli studenti. 350 milioni in tre anni saranno destinati a programmi di edilizia agevolata e 100 milioni all’edilizia sovvenzionata. Altri 159 milioni nel prossimo triennio saranno utilizzati per la ristrutturazione delle scuole del Lazio. Tra gli altri provvedimenti approvati: 15 milioni in tre anni per realizzare progetti in materia di energie rinnovabili ed efficienza energetica e risorse destinate alla raccolta differenziata.