Il Comune fa la multa ai bimbi dell’asilo che escono in ritardo

I genitori pagano i propri ritardi nel ritiro dei bambini alle scuole d'infanzia comunali. Così il Comune, con una delibera, risolve il problema delle ore di straordinario che insegnanti e bidelli devono aggiungere al normale orario contrattuale, punisce le famiglie e nel contempo rimpingua le esangui casse comunali.
Al momento dell'iscrizione dei bimbi agli asili della Superba viene chiesto da Tursi, alle famiglie, un contributo di 20 euro. E, se i genitori vogliono usufruire dei servizi di pre scuola e post scuola che il Comune, a pagamento, offre alle mamme e ai papà che, per necessità lavorative, devono portare prima i figli alla scuola materna o non possono venire a ritirarli in orario, altri 48 euro.
Ma questo poco importa. Anche se un genitore rifiuta di aderire a questa opzione e cerca di essere puntuale, ma per ben tre volte consecutive lascia il proprio bambino nelle mani degli ausiliari, oltre l'orario scolastico, cioè dalle 16,30 alle 17,30 o dalle 17,30 alle 18,30 oppure si presenta al mattino alla porta della scuola con il proprio figliolo prima dell'apertura dei cancelli riceve dal Comune un richiamo. (...)