Comune I servizi cimiteriali? Rendono 12 milioni di euro all’anno

Gli incassi del Comune per i servizi cimiteriali sono di 12 milioni di euro all’anno. La seconda fonte di maggiori entrate dopo quella delle multe. Il costo invece degli stessi servizi per l’amministrazione è circa 22/23 milioni di euro. «La spesa è nettamente superiore ai proventi - spiega l’assessore alla Qualità Servizi al cittadino Stefano Pillitteri -. Oltre alla suddivisione in diversi rivoli del Comune, ciò che affligge i servizi funebri è anche la mancanza di risorse». Ma non solo, perché ad aggravare la situazione di degrado dei cimiteri cittadini, c’è anche il problema del personale. «Abbiamo un organico di 200 operatori. Il fatto è che il 40 per cento non è idoneo perché il loro mestiere è particolarmente usurante». Non idoneo a tirare su le casse, per intenderci. E nuove assunzioni, il Comune per il momento non è intenzionato a farne. Per non parlare dei problemi legati all’esternalizzazione di alcuni servizi cimiteriali. Da allora, in base alle testimonianze di chi ha visto come lavorano certe ditte, sono iniziati i guai. «Vengono fatte delle gare e anche in questo caso, si sceglie un’impresa che faccia le esumazioni - spiegano dal settore servizi funebri del Comune -. Abbiamo ricevuto un paio di segnalazioni. Una sicuramente riguardava il cimitero di Lambrate». Proprio così, lo stesso dove la signora Maria Cristina Lodi ha trovato la tomba di suo marito aperta e la salma sotto l’acqua e il signor C. invece non ha potuto assistere all’esumazione del padre perché quando è arrivato, le ossa erano già sistemate nella cassettina. «Noi registriamo tutte le segnalazioni - assicurano dal settore - e facciamo le verifiche per capire la situazione, se ci sono problemi e dove sono. Su quelli e su altri reclami, dobbiamo controllare».