Il Comune insabbia tutte le onorificenze all’eroe «scomodo»

È così imbarazzante, dunque, per il sindaco Giuseppe Pericu e la sua maggioranza, decidere su come e quando intitolare a Fabrizio Quattrocchi una strada, una piazza, un parco pubblico, o anche solo due aiuole un po’ meglio in arnese di quelle che si vedono in giro in città? Se lo domandano parecchi, tra l’incredulo e l’incavolato, in questi giorni in cui altre località (e altri sindaci) del Paese mostrano maggiore sensibilità e rispetto nei confronti della guardia del corpo genovese uccisa in Irak e tacciata immediatamente e ingiustamente di essere un mercenario. Se lo domandano ancora di più adesso i consiglieri di Forza Italia e An (...)