Comune a lezione d'inglese

Il sindaco: «Siamo internazionali». Test e corsi per i dipendenti

«Siamo tutti contenti che Milano sia sempre più considerata città aperta e internazionale. Ci fa comodo che aumenti il turismo e si sviluppi tanto lavoro nei settori collegati, dagli hotel ai taxi. Ma dobbiamo trovare un modo per cui la componente dell'amministrazione che si confronta con il turista, un po' di inglese lo sappia parlare». Il richiamo del sindaco Beppe Sala al personale del Comune che - dagli sportelli ai musei - mastica a volte poco inglese e non sa fornire risposte ai visitatori è arrivato ieri dal palco della festa per i 110 anni della Cgil. Sala ha anticipato che «sarà necessario trovare qualche formula di partnership on le scuole» e scherzando (ma non troppo) ha lanciato un appello a farsi avanti se sono disposte a fare sconti. Non tutti i 13mila dipendenti dovranno seguire i corsi, «chiederò di fare una valutazione su chi esattamente deve sapere la lingua e che livello di inglese deve raggiungere». Da domani invece via al bando per il capo dei vigili, anche se c'è aria di conferma per Barbato.