Il Comune: nessun taglio al Bilancio

Non sarà una Finanziaria lacrime e sangue. Almeno per i milanesi e almeno ad ascoltare il sindaco. «Non credo - assicura Gabriele Albertini - che ci saranno tagli ai servizi diversamente da altri Comuni che li hanno lamentati. Sono in corso approfondimenti per le ultime novità sorte con la prossima Finanziaria, ma gli interventi saranno rivolti a tutte quelle attività utili agli uffici e alle strutture per svolgere funzioni soprattutto politiche e di rappresentanza: la comunicazione, i convegni, le consulenze». Nessun taglio e un bilancio di previsione varato prima della Finanziaria del governo la strategia della giunta Albertini. «D’altra parte - sottolinea l’assessore al Bilancio Mario Talamona - fino a quando una legge non è approvata in via definitiva non può essere considerata operante». Eventuali aggiustamenti nei conti del Comune sarebbero così rimandati a primavera. «Per ora - ribadisce Talamona - l’orientamento è tenere la spesa per quanto concerne spese e servizi sui livelli del 2005». Niente aumenti di tasse e tariffe e, in compenso, meno viaggi istituzionali, auto blu ed esperti esterni. Risparmi sulle bollette del telefono, dell’elettricità e caccia agli evasori.