«In Comune non farò piazza pulita»

«Non farò piazza pulita in Comune e nelle municipalizzate». L’annuncio è una solenne promessa che Letizia Moratti consegna a tranvieri e dirigenti dell’Atm riuniti all’Angelicum per ascoltarla. E lei, a sorpresa, sceglie di parlare non di trasporti ma di metodo e di filosofia dell’amministrazione, inclusa l’intenzione di non ricorrere, se sarà eletta sindaco, a «minacce di lettere di dimissioni». Rassicura: «Ho intenzione di rispettare il lavoro fatto da tutti voi. Rispetterò le professionalità interne come ho sempre fatto nelle mie passate esperienze, senza portare gente da fuori». E aggiunge: «Ho sempre valorizzato le persone con le quali mi sono trovata a lavorare. E sono convinta, perché lo so dall’esperienza della Rai, che è possibile gestire un’azienda pubblica in modo che sia efficiente». Alla fine dell’incontro, conferma che l’anti spoil system sarà il suo metodo per chi lavora a Palazzo Marino e per le società comunali. E la squadra di governo? «In questo caso è diverso, perché gli assessori hanno un’altra funzione e cioè una funzione di indirizzo, che è ben diversa da quella di gestione».