Comune, il presidente del Consiglio tentato dalla corte di Fini

Terremoto possibile nel centrodestra. Anche il presidente del consiglio Manfredi Palmeri sarebbe pronto a lasciare il Popolo della libertà e passare con i «futuristi». Dopo l’assessore Giampaolo Landi di Chavenna e la consigliera Barbara Ciabò, anche il presidente del consiglio comunale è tentato dalla corte di Gianfranco Fini, atteso lunedì a Milano per il suo primo comizio da leader della nuova formazione. L’interessato non ha confermato, ma nemmeno smentito le tante voci che ieri si sono fatte più perentorie. E lui ha già convocato per oggi una conferenza stampa aperta a giornalisti e milanesi nel quartiere periferico di Qt8. Siciliano di Palermo, ma con antenati a Salemi, 36 anni, studi alla Bocconi, Palmeri è stato eletto consigliere comunale nella lista di Forza Italia nel 2001 e nel 2006.
Dagli (ex) compagni di partito e dalla Lega scatta subito la richiesta di un chiarimento: «Se fosse vera la notizia dovrebbe dimettersi dalla presidenza del consiglio, incarico che ha ricevuto come eletto nelle file dell’ex Forza Italia».