Il Comune punta al 51% in Aem

Oscilla tra 300 e 400 milioni la valutazione di Amsa formulata da Livolsi & Partners. La perizia dello studio legale è legata al progetto del Comune di conferire la società di gestione dei rifiuti in Aem per rafforzare la presa sull’utility guidata da Giuliano Zuccoli e affrontare la fusione Asm Brescia ad armi pari. Qualora la valutazione della società arrivasse a 400 milioni, grazie al conferimento di Amsa il Comune salirebbe dell'8,1% in Aem arrivando a ridosso del 51%. Attualmente Palazzo Marino controlla il 43% di Aem, ma restano le incognite rappresentate dal giudizio della Corte di giustizia europea sullo statuto della società e dal bond convertibile che da solo vale l'8% di Aem. L'operazione cambierebbe le carte in tavola e permetterebbe al sindaco Letizia Moratti di riconquistare la maggioranza assoluta di Aem. La tempistica dell'operazione prevede, già da inizio gennaio, un serrato confronto tra gli advisor di Amsa e Aem. L'obiettivo è chiudere l'operazione, che dovrà ottenere il via libera del consiglio comunale, entro fine gennaio.