Il Comune rimuove la discarica di via Adamoli

Francesca Camponero

Vogliamo attribuirci un'altra piccola vittoria? Fatto sta che forse a seguito della nostra denuncia fatta venerdì 3 marzo, la discarica di via Gelasio Adamoli, sotto Molinari Arredamenti, è stata rimossa.
Peccato che lo stesso non sia ancora accaduto per il furgone di via Caffaro, anzi, la situazione circostante è peggiorata. Adesso in cima alla via, all'inizio della piazzetta, si è formata una nuova discarica abusiva ad aggravare la situazione di viabilità già compromessa per i motivi che abbiamo già esposto nei precedenti articoli. E i disagi, dunque, continuano.
Come sappiamo, il consigliere comunale di opposizione Giuseppe Murolo di An, è riuscito a strappare una promessa all’assessore alla Vivibilità, Roberta Morgano, che è quella di rimuovere un altro furgoncino abbandonato in piazzale Marassi entro il 15 marzo.
C’è solo da sperare che a quella rimozione si possa aggiungere anche questa di via Caffaro, con una deviazione di una manciata di chilometri da Marassi a Castelletto.
Ma non è finita: le Aree Blu, che oramai la fanno da padrone in città, non bastano a ridurre il problema della situazione posteggi. Da una settimana in corso Paganini, il Comune ha pensato bene di provvedere alla potatura degli alberi, cosicché, prima su un lato e poi sull'altro del corso, è stata vietata la sosta per far sì che gli operatori del settore, con automezzi provvisti di gru apposite, procedano in quest'opera di risanamento botanico, che avrà termine domani, come si legge nei cartelli Aster affissi sui tronchi e sulla segnaletica di divieto.
In un mondo di reality tv e di fiction, evidentemente il Comune di Genova vuol stare al passo, rendendo i cittadini spettatori, loro malgrado, di una telenovela che sembra non aver fine. Anche perché i cantieri si aprono continuamente e spesso non si sa quando verranno chiusi.
Così, come si confà ad una perfetta scenografia del settore, le sorprese sono incalzanti di volta in volta. Quale sarà la prossima? Non appena lo sapremo vi metteremo al corrente.