Il Comune scambia la strage di San Benigno per un temporale

Roberta Bottino

Sono passati sessant'anni da quel lontano 10 ottobre 1944. Una data cosparsa del sangue di centinaia di innocenti, vittime di una tremenda esplosione nella galleria che correva sotto il rione densamente abitato di San Benigno. Un cunicolo lungo un chilometro adibito a deposito di munizioni e contenente numerose tonnellate di alto esplosivo. Nella notte tra il 9 e il 10 ottobre del 1944 avvenne l'eccidio proprio nel corso di un bombardamento aereo degli alleati su Genova. Secondo il Comune fu tutta colpa di un temporale, di un fulmine per la precisione (...).