Il Comune «tira la cinghia» ma taglierà l’Ici

In tempi di stangate in arrivo dal governo Prodi, la buona notizia per i milanesi arriva dal sindaco Letizia Moratti. Nonostante il rigore dell’ultima Finanziaria che invierà a Milano 50 milioni di euro in meno rispetto all’anno prossimo, Palazzo Marino metterà mano a una «significativa» riduzione dell’Ici e non introdurrà, come proposto dai ministri del centrosinistra per recuperare sui mancati trasferimenti, l’addizionale Irpef. «Partiremo da qui - annuncia il vicesindaco Riccardo De Corato - per disegnare il Bilancio di previsione del prossimo anno. Avremo meno soldi dal governo, ma non vogliamo aumentare le tasse. Anzi, se possibile diminuirle. Per questo chiederemo qualche sacrificio agli assessori. Ma, sia chiaro, mantenendo tutti i servizi ai cittadini. Un messaggio che Milano vuol dare a tutta l’Italia. Siamo curiosi di vedere quante amministrazioni di centrosinistra saranno in grado di fare la stessa cosa» (...).