Comune

Otto milioni e mezzo per aiutare le piccole e medie imprese che rischiano di chiudere. La creazione di cinque distretti commerciali: Navigli, Brera, Isola, Giambellino/Tortona e Sarpi. Qui scatteranno piani di arredo urbano, animazione organizzata, ci saranno «manager di via» per rilanciare lo shopping nei quartieri, con iniziative a tema e giornate di promozioni speciali. Il Comune fa scattare da gennaio un piano anti-crisi per aiutare piccoli commercianti, artigiani (circa 28mila aziende in città) e anche gli agricoltori (115 cascine) a «resistere». E rilanciare, proprio coi distretti, gli acquisti nelle zone della città meno frequentate, con interventi anche strutturali e - dove sarà possibile - pagati da sponsor. Azioni che dovrebbero portare, indirettamente, a contenere il livello dei prezzi per chi acquista. L’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi anticipa che a gennaio convocherà un tavolo per siglare un patto locale anti-crisi, cercando di coinvolgere Unione e Camera di commercio, Abi, Assolombarda e Assimpredil. «Attraverso la legge 266 abbiamo recuperato una dote (...)