Comunicare in T-Shirt Arriva la maglietta con le frasi del Vangelo

Quelle di Fiorucci hanno fatto storia, Guru, A-Style, Sweet Years sono richiestissime dai giovani. Basta un'idea di un segno grafico o di un'immagine. Poi, se in questo si riconoscono i giovani, se la trasformano in un'icona il gioco è fatto. La maglietta diventa un must e un prodotto di successo. Stiamo parlando della T-shirt che ha passato indenne tempo e mode e fa sempre tendenza. Indossata anche da molti vip, fa tendenza a tal punto, che oggi è utilizzata quasi esclusivamente come strumento di comunicazione. Il tema è di grande interesse; è stato calcolato che lo slogan di una maglietta è letto 300 volte di più di un messaggio pubblicitario scritto su giornali, manifesti o cartelloni. Vendute in negozi di tendenza, librerie, discoteche, siti web creati ad-hoc, al posto di disegni e decorazioni fanno sfoggio di frasi allusive, gossippare, pettegole, esistenzialiste, schierate, modaiole. Alcuni esempi: allusive - www.lemagliette.com si trovano magliette con velate proposte sentimentali «baciami prima che torni la mia ragazza». Pettegole e gossippare - www.spreadshirt.it con frasi che si schierano con i vip (Team Aniston Team Jolye). Esistenzialiste - www.confessionofthepression.com - si trovano T-shirt del tipo «sto diventando come mia madre ma sono troppo stanca per preoccuparmene». Schierate - www.cafepress.com si vendono magliette pro o contro la guerra «diamo una chance alla guerra» oppure «i soldati sono stufi». Molte aziende di casa nostra si sono distinte anche con messaggi molto impegnativi; Prada qualche tempo fa ha creato magliette artistiche con riprodotte tele di pittori contemporanei, la casa editrice Sellerio ha fatto stampare gli articoli della costituzione su t-shirt a tiratura limitata. Ma la più recente maglietta a tendenza positiva è nata qualche mese fa a Milano da un gruppo di persone che hanno pensato di trascrivere frasi della bibbia su magliette di ottima qualità rigorosamente bianche o nere e con una grafica assolutamente accattivante. «Con la maglietta salva-mondo vogliamo essere promotori di una comunicazione positiva, fatta di valori di cui la nostra cultura cristiana è intrisa. Pensiamo che puntare sul messaggio di Cristo e la sua parola sia oggigiorno più che mai utile» afferma Lucio Oriani responsabile del progetto salva-mondo - «il nostro obiettivo è creare una “tendenza” positiva, una moda tra i giovani che non sia fatta solo di pantaloni a vita bassa e magliette deliranti. Il nostro target è assolutamente trasversale, ma ancora una volta ci rivolgiamo ai giovani, saranno loro a decretare il successo di questa t-shirt ed è soprattutto attraverso di loro che vorremmo far andare Gesù e il suo vangelo indossato in giro per il mondo in modo divertente e pacifico, facendo riferimento alle nostre radici su cui poggia quell'eredità cristiana che ha fecondato la tradizione, l'arte, la storia e la cultura dell'Italia, dell'Europa e dell'intero occidente». Così per ricordare sempre a noi e agli altri, anche quando passeggiamo, quali sono i messaggi veramente importanti. Le magliette salva-mondo saranno presto in vendita in molti negozi di Milano. Per ora sono disponibili sul sito www.salvamondo.eu