«Comunista ma filo occidentale»

Un comunista sui generis, pacato e aperto al dialogo. Questo il ritratto di Napolitano che emerge dai primi resoconti dei media americani. La Cnn sottolinea che, pur appartenendo a «quello che un tempo è stato il più grande partito comunista dell’Occidente» Napolitano «spesso ha virato rispetto all’ortodossia: ha cercato il dialogo con i socialisti italiani ed europei ed è stato tra i primi sostenitori dell’integrazione europea. Durante la prima guerra del Golfo, si è schierato contro il ritiro del piccolo contingente italiano che chiedeva il leader del suo partito». L’agenzia Ap nota che Napolitano, conosciuto «per il tono pacato delle sue affermazioni, per i modi gentili, per il rigore morale, si è sempre distinto per le sue posizioni filo-occidentali».