Comunità ebraica: ieri il voto, oggi l’esito

Si è svolto nella notte lo spoglio delle elezioni per il rinnovo del Consiglio della Comunità ebraica romana (Cer), la più grande d’Italia con circa 11mila iscritti. Si sono chiusi infatti ieri alle 22 gli otto seggi (aperti dalle 8), distribuiti in tutta la città. In palio i 28 posti nel Consiglio generale della Comunità contesi da tre liste: la numero 1, «Yachad» (Insieme), la numero 2 «Per Israele» e la numero 3 «Per i giovani, insieme». «Per Israele» è la lista maggioritaria della passata consiliatura che ha governato però con «Per i giovani, insieme». Eletto il Consiglio generale, sarà designato il nuovo presidente che indicherà la giunta composta da 8 consiglieri. Non si è ripresentato Leone Paserman, alla guida della Cer negli ultimi otto anni. Nelle passate elezioni la percentuale del voto si è attestata al 27 per cento degli aventi diritto, ma fonti interne alla Comunità sottolineano la possibilità in questa tornata di un quorum maggiore. Sarà rinnovata anche la Consulta, organo consultivo (40 membri): stesse tre liste in lizza.