Conca d’Oro, è partita la via Crucis

Rivoluzione per i cantieri della metro B1: code chilometriche e zona paralizzata

Cambia la viabilità in piazza Conca d’Oro per i cantieri della metro B1 e ai vigili urbani tocca fare da «ciceroni». Risultato? Traffico in tilt in tutte le strade limitrofe e, secondo i vigili urbani, i disagi continueranno almeno per un’altra decina di giorni. I maggiori problemi sono creati dalle decisione di far circolare mezzi a due e quattro ruote a senso unico, riguardano, oltre via Conca d’Oro, piazza Conca d’Oro, viale Tirreno, piazza Capri e via Val di Lanzo. Duro l’intervento del consigliere di An in IV municipio, Giuseppe Sorrenti: «Chilometri di fila che partono dalla tangenziale, altezza uscita Nomentana, e che proseguono sul ponte delle Valli. Ore di fila per rientrare a Montesacro Conca D’Oro. Ecco il blocco di un quartiere annunciato e di un progetto sballato - afferma -. Chiedo a Comune e Municipio di bloccare tutti i cantieri e di adottare modifiche straordinarie al progetto spostando il cantiere altrove. Non si può tenere Montesacro ostaggio per 7 anni. Deve essere ripresa in mano la mia proposta di costruire un quarto ponte per Montesacro. Chiedo le dimissioni della giunta Salducco che è stata incapace di impedire il blocco della mobilità per 250.000 romani». Trenta «pizzardoni» del IV Municipio, dalle 11 di ieri mattina, sono stati impegnati, da via della Valli a viale Tirreno, a spiegare i nuovi sensi di marcia agli automobilisti. «Il cambiamento della viabilità è stato attuato per fasi - ha detto Maurizio Sozi, comandante del IV gruppo della municipale - abbiamo cominciato dalle vie interne per ridurre i disagi, nel primo pomeriggio accenderemo un nuovo semaforo in piazza Conca d’Oro. Chiediamo ai cittadini un po’ di pazienza, tra qualche giorno si abitueranno e andrà meglio». I nuovi percorsi sono stati studiati con i tecnici del Comune, gli uomini di «Roma Metropolitane» e i comitati di quartiere ma i vigili promettono: «Se ci saranno difficoltà cambieremo i percorsi in corso d’opera». Vedremo.