Concerti e spettacoli fra San Vittore e Bollate

È ai nastri di partenza la maratona San Vittore Sing Sing 2007, un festival di musica e cabaret, un'occasione di svago e di festa dedicata esclusivamente ai detenuti e agli operatori penitenziari della casa circondariale di San Vittore e della casa di reclusione di Bollate. Il festival, nato da un'idea dei detenuti stessi in collaborazione con le cooperative e il provveditorato dei carceri, ha svariati patrocini ed è già alla sua terza edizione. Quest’anno l’appuntamento diventa itinerante. Si parte lunedì da San Vittore per approdare poi a Bollate. Sul palco 26 gruppi tra comici e musicisti. Si esibiranno anche i «VLP Sound», band composta da soli detenuti e nata tra le mura della prigione e i «Francobranco», musicisti agenti di Polizia Penitenziaria capitanati da Franco Carnevale.
«La musica è per tutti un elemento di aggregazione naturale e spontaneo» ha dichiarato Gloria Manzelli, direttore di San Vittore. La prima tappa, lunedì a San Vittore, vedrà protagonisti Ale e Franz, Simone Cristicchi, Geppi Cucciari, Marco Della Noce, Francobranco, I Papu, Germano Lanzoni e Flavio Settegrani, La Pina, Mitoka Samba, Sidh, Daniele Silvestri e VLP Sound. Davanti a un pubblico di 1300 detenuti, i gruppi si esibiranno nei palchi dei cortili dei tre reparti femminile e maschile. Spettacolo anche per i bambini, nel pomeriggio di lunedì riservato ai bimbi del carcere dell'I.C.A.M. di via Macedonio Melloni a Milano. «Una società giusta aiuta i carcerati a migliorare il loro futuro rispetto al loro passato» ha commentato Filippo Penati, presidente della Provincia di Milano.
Mercoledì saliranno sul palco montato nel campo da calcio della casa circondariale di Bollate, Africa Unite, Almamegretta + Raiz, Bove e Limardi, Giovanni Cacioppo, Casino Royale, Club Dogo, Francobranco, Franziska, Ricky Gianco, la Pina, Meg, Mondo Marcio, Sidh e VLP Sound. Si esibiranno in questa seconda giornata anche i due gruppi musicali Aria Dura e Suonosonori & the reggae band, nati all'interno del carcere di Bollate.
«Per i circa 600 ospiti dell'Istituto si tratta di un'occasione unica di poter fruire di un concerto live per un intero pomeriggio; l'idea di riunire tutti i detenuti che lo desiderano al campo sportivo ha l'obbiettivo di dare una prova di fiducia all'utenza e di consentire loro di passare un pomeriggio diverso per una volta tutti insieme, e all'aperto» ha spiegato il direttore della Cìcasa di reclusione di Bollate, Lucia Castellano.
San Vittore Sing Sing 2007
lunedì a San Vittore
mercoledì a Bollate