«Concerti grossi per Archi» di Haendel: ultimo atto

Si conclude domani sera a Pavia in piazza San Michele l'esecuzione integrale dei Dodici Concerti Grossi per Archi op. 6 di Georg Friedrich Händel.
Enrico Dindo e I Solisti di Pavia proseguono il programma di esecuzione integrale dei Concerti Grossi per Archi op. 6 di Händel. Il ciclo, inaugurato lo scorso 5 ottobre a San Michele Maggiore e proseguito venerdì 17 novembre, si conclude appunto domani. Ingresso 15 euro, ridotto per studenti 5 euro. Biglietti e abbonamenti sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Fraschini, tramite call center (199.112.112) e sul sito www.teatrofraschini.it.
Dindo nasce da una famiglia di musicisti, inizia a sei anni lo studio del violoncello diplomandosi presso il Conservatorio di Torino. Successivamente si perfeziona con Egidio Roveda e con Antonio Janigro. A soli 22 anni, nel 1987, ricopre il ruolo di primo violoncello solista nell'Orchestra del Teatro alla Scala, ruolo che manterrà per undici anni, fino al 1998. Dindo incide per la Decca e suona un violoncello Pietro Rogeri (ex Piatti) del 1717 della Fondazione Pro Canale.