«Concerto del cuore» per il Gaslini

Riccardo Re

Esibizione di Andrea Bocelli, conduzione di Pippo Baudo, accompagnamenti musicali dell’Orchestra del teatro Carlo Felice di Genova. Tutto sembra far presagire che la serata benefica che si svolgerà mercoledì 5 luglio sarà un evento degno delle più grandi occasioni. Teatro della manifestazione, niente meno che la nuova ammiraglia della Costa Crociere, la Costa Concordia, lustrata di tutto punto per il suo debutto ufficiale. Una cena di gala con uno spettacolo musicale con ospiti prestigiosi, in occasione del «concerto del cuore», serata benefica appunto, fortemente voluta dal cardinale di Genova Tarcisio Bertone. Serata che era stata programmata anche lo scorso anno ma che a causa della concomitante morte di Giovanni Paolo II non si era ovviamente potuta svolgere.
Quest’anno si va avanti con il progetto, che nonostante l’imprevisto non è mai stato abbandonato dagli sponsor. Stessi sponsor che contribuiranno nelle donazioni per far sì che con un successo della serata si raggiunga un milione di euro da donare all’istituto scientifico Pediatrico Giannina Gaslini. In particolare i soldi raccolti serviranno per acquistare una nuova TAC di ultima generazione, necessaria per mantenere il Gaslini sugli standard di efficienza che gli competono.
«Tutto quello che si fa per il Gaslini è un’opera di solidarietà premurosa, materna e paterna» sottolinea il cardinale Bertone che si augura «una partecipazione massiccia della cittadinanza e non solo». Già da oggi è iniziata la caccia ai 1300 posti disponibili, grazie alla possibilità di prenotarsi al numero verde 800907080. I prezzi dei biglietti partono dai 170 euro per la platea, fino ad arrivare ai 100 euro per il loggione. C’è comunque la possibilità di sostenere l’iniziativa con un qualsiasi contributo da sottoscrivere a favore della diagnostica pediatrica Istituto Gaslini. A ringraziare il cardinale, in duplice veste di sponsor come fondazione Carige e di commissario straordinario dell’Istituto Gaslini c’era Vincenzo Lorenzelli. «Il Gaslini è un fiore all’occhiello della città ma che necessita di un piano di rinnovamento per poter offrire non solo migliori cure ai bambini, ma anche una migliore qualità di vita ai bambini e alle famiglie» precisa lo stesso Lorenzelli, per sottolineare l’utilità di questa iniziativa. Ieri, nel Salone dell’Arcivescovato, ad applaudire alla presentazione della serata, c’erano anche alcuni fra i coloro che hanno finanziato l’iniziativa: Giovanni Berneschi, presidente della banca Carige, Pierluigi Foschi, presidente della Costa Crociere, Edoardo Garrone presidente dell’Erg e Vittorio Malacalza per Tramatel.