Concerto di «Elio & le Storie Tese» in piazza a Lodi Musica e cabaret con Walter Leonardi a Sesto

Lo show di Zucchero in piazza Duomo per dare il benvenuto al 2000? Un bel ricordo e niente più. Perché ormai da qualche tempo il Capodanno all'ombra della Madonnina è tabù. Quali alternative allora se si vuole continuare a vivere l'ebbrezza del concertone all'aperto? Stavolta è sufficiente spostarsi un po' più a sud, a Lodi, dove nella splendida piazza della Vittoria, dominata dall'imponente facciata della cattedrale romanica, stasera si esibiranno i milanesissimi (e valorosissimi) Elio&Le Storie Tese, in trasferta nella formazione completa, quella che include il folle architetto Mangoni. Una nuova occasione per ascoltare i classici del repertorio di Elio - alias Stefano Belisari (fresco di rifiuto dell'Ambrogino d'oro) - e soci, con un occhio di riguardo per la fatica discografica più recente, «Studentessi», che li ha riconfermati campioni incontrastati della materia pop-rock demenziale e ad alto tasso ironico. Giocherelloni, spesso sorprendenti e, talvolta, anche un po' inquieti, con le «canzonette» dell'ultimo album, un vero e proprio blob di generi, gag e citazioni, gli Eelst hanno saputo offrire uno spaccato del Belpaese da prospettive inedite e surreali. Tornando in città, promettono una serata divertente e carica di emozioni anche Le Sorelle Marinetti, noto trio di vocalist uomini soliti esibirsi «en travesti», al Teatro Ciak con un repertorio che rende omaggio agli anni 30, nonché il poeta Vincenzo Costantino Chinaski, l'attore comico Walter Leonardi e i cantautori Folco Orselli e Flavio Pirini, alle prese con uno show tra musica, versi e cabaret allo Spazio Mil di Sesto San Giovanni. Gli appassionati dell'hip-hop si daranno invece appuntamento ai Magazzini Generali. Star della maratona rap i Club Dogo. Come capita spesso e volentieri la «cricca» milanese sarà rafforzata dall'ispirato Vincenzo da via Anfossi. Dalla loro rime, che definire e incisive è limitante, sempre attente a descrivere quel confine labile che divide il bene dal male. Sul fronte elettronica, infine, tripla alternativa: allo Spazio Maderna (via Maderna 13) performance dei Krakatoa, marchio sotto cui si cela il duo capitanato del torinese Samuel, il cantante dei Subsonica; al Leoncavallo si ballerà a suon di techno e breakbeat alternativa con i britannici Baobinga e Potential Badboy; mentre l'Oracle, il nuovo locale dal look nipponico di via Moscova 47, regalerà un happening all'insegna della musica house.