«Concerto possibile», d’aiuto alla Cambogia

«Nulla è impossibile», cantava Barbra Streisand in uno suo celebre musical di tanti anni fa, dal titolo Yentl. Del medesimo parere dell'illustre collega americana è Ornella Vanoni, voce carismatica della canzone italiana, da un po' di tempo impegnata sul fronte delle iniziative benefiche. Ecco perché la sua ultima sfida personale - personale perché a lei si deve l'idea, l'impegno organizzativo e l'imprescindibile ruolo nell'arruolare diversi compagni di musica e di spettacolo - si chiama Concerto Possibile. Dai a un artista una buona ragione per ritagliarsi tempo e cuore da impiegare in un'iniziativa che porti frutti pratici (e non una mera passerella buonista) e vedrai che, dopotutto, non è vero che i divi delle sette note e delle altre arti siano allergici ai progetti collettivi. «Concerto possibile» al Carcano domani intende raccogliere fondi per progetti umanitari svolti dalla Missione Possibile onlus in Cambogia. Un'organizzazione guidata da Gianrico e Manuela Testori, due missionari laici e vecchi amici di Ornella Vanoni, vicini alla sua recente conversione alla chiesa evangelica: «La loro - spiega l'ex “cantante della mala” - è una missione piccola ma agguerrita. Di cui conosco i metodi e il lavoro. So per certo che tutto il denaro raccolto verrà tramutato in bene. Ho voluto questo spettacolo di musica, danza e poesia per dare una maggior visibilità a questa missione. Il concerto serve a rispondere al grido d'aiuto dei bambini cambogiani: Missione possibile sta dando aiuto sanitario e scolastico». Nei fatti, la costruzione e l'ampliamento di strutture scolastiche a Phnom Penh, e la fornitura di una clinica mobile in grado di soccorrere oltre 520 persone, fino ad oggi costrette a vivere e lavorare alla famigerata «Collina fumante», il deposito di spazzatura di Stung Meancheay. Lo spettacolo vede coinvolti, oltre a Ornella Vanoni, il fido collaboratore e compositore Mario Lavezzi, il fuoriclasse del ritmo Tullio De Piscopo, la stella della danza Luciana Savignano, il comico Teo Teocoli, l'attrice Elisabetta Pozzi, il virtuoso dell'armonica jazz Bruno De Filippi, il chitarrista brasiliano Julim Barbosa e altri musicisti sensibili al progetto. «Ci alterneremo sul palco - spiega Ornella Vanoni - portando la nostra musica e il nostro talento personale, ci sarà anche spazio per esibirci insieme. Io canterò alcuni miei classici insieme a Lavezzi, De Filippi e Barbosa, tra cui Per l'eternità e Domani è un altro giorno. De Piscopo farà dell'improvvisazione alla batteria, Elisabetta Pozzi leggerà poesie di Alda Merini, Luciana Savignano dovrebbe misurarsi in un paso doble». Tutti insieme appassionatamente, dunque. «Da non molto tempo sono convinta che si può fare seriamente del bene, qui e ora - spiega la Vanoni - Sono diventata evangelica a luglio scorso, ho fatto la scelta di un nuovo battesimo, ho accolto Gesù e oggi penso di non fare nulla, persino camminare, senza pensare a Lui». I biglietti si possono acquistare al Carcano o a Missione Possibile 02-4500167.
Teatro Carcano
domani ore 21 ingresso 25 euro