«Un concerto per raccontare i miei sogni»

Pier Francesco Borgia

C’è un motivo in più per andare a gustarsi il concerto che Riccardo Cocciante terrà venerdì prossimo al teatro romano di Ostia Antica. L’autore di indimenticabili canzoni come Margherita e Belle senz’anima ha, infatti, annunciato che quello iniziato il 6 luglio scorso a Bollate (e che terminerà il prossimo 29 agosto a Spello) sarà il suo ultimo tour.
Ciò non vuol dire che il musicista lascerà il mondo delle sette note. La sua attività, al contrario, si intensificherà ora che come autore di vere e proprie opere rock ha conquistato una nuova e più larga ribalta. Il successo ottenuto con Notre Dame de Paris ha dimostrato la sua versatilità ma ha anche sottolineato una dote finora poco sfruttata non solo da Cocciante, ma in genere dai musicisti del nostro Paese. Solo recentemente, infatti, il genere dell’opera rock in Italia ha fatto timidamente i primi passi. Basti pensare al Dracula della Premiata Forneria Marconi. E lo stesso Cocciante ha già fatto ascoltare in una specie di anteprima a inviti al Colosseo l’anno passato, le prime canzoni che comporranno il suo nuovo lavoro dedicato alla celeberrima storia d’amore che ha reso eterni i nomi di Giulietta e Romeo. L’opera debutterà il prossimo anno a Verona (per la precisione il primo giugno). Un lavoro tanto atteso che le prime tre rappresentazioni sono già sold out.
Sono grandi quindi le attese di tutti per questa sua nuova serie di concerti in cui è accompagnato da cinque giovani musicisti irlandesi e da Alberto Visentin alle tastiere. Il tour segue la pubblicazione di Tutti i miei sogni - uscito a marzo per la Sony-Bmg e tuttora in classifica tra i cd più venduti. Un cofanetto triplo che raccoglie, come mai era avvenuto finora in una pur lunghissima carriera, tutte le sue più belle canzoni, dalle già citate Margherita a Bella senz’anima da Quando finisce un amore a Se stiamo insieme e tante altre.
Nello spettacolo, che approda venerdì al teatro romano di Ostia Antica, Cocciante ripercorre quindi tutta la sua carriera proponendo le più belle canzoni di un repertorio che è andato arricchendosi negli ultimi trent’anni, avvalendosi di giovani talenti che lo accompagnano.
Forti emozioni si susseguiranno ascoltando i suoi successi intramontabili, interpretati in una scenografia particolarmente elegante. E una connotazione minimalista e raffinata è quindi la cifra di questo concerto, in cui sono attese felici sorprese come quelle che ha ricevuto il pubblico del Forum di Assago nel marzo scorso quando Cocciante ha eseguito per la prima volta da solo, al pianoforte, un emozionante medley tratto proprio dalla ormai popolarissima Notre Dame de Paris e che Riccardo non aveva mai interpretato fino a quest’anno.
Il tour estivo potrebbe diventare, quindi, una nuova occasione per riproporre questo magico momento. Cocciante è un artista poliedrico, sempre capace di evolversi oltre i confini del pop, anche nella composizione di opere musicali e che con delicata poesia sa tradurre il linguaggio dei sentimenti. Sia che tratti delle grandi passioni o che dipinga i travagli più intimi e nascosti dell’anima, Cocciante riesce a fondere i sentimenti in una sintesi perfetta fra parole e musica.
Biglietti: 70 e 35 euro (più prevendita). Apertura dei cancelli a partire dalle 20.30. Informazioni: 06.56350155.